A tutti i Parrocchiani e amici

“… il sogno è il loro padrone, non essi i padroni del sogno”
G.Vannucci

Ogni persona ha delle date importanti. Mercoledì 27 Novembre 2002 conoscevo per la prima volta la Clinica Oculistica di Pisa: luogo che mi ha portato lentamente a riscoprire di essere “padrone di un sogno” che prima mi sembrava di avere. Lunghi mesi di inattivtà, timori, paura del futuro: la Grazia stava lavorando, tanti angeli sono stati strumenti di essa. Maggiore è la nostra caparbietà, maggiore sarà il tempo che occorre per addolcirci.

Oggi ci viene chiesta ancora attesa, vigilante, comunque “attesa”.

All’inizio di questo nuovo tempo di Avvento

“il tempo” ci impone di diventare padroni di un sogno. Concretamente propongo:

Un ANGOLO del BELLO

nelle nostre case davanti al quale stare o anche solo ammirare. Deve essere curato nei particolari: tutto ha bisogno di essere scelto con attenzione. Necessita di un Crocifisso, una immagine di Maria, la Bibbia, una candela. A seguire eventualmente un fiore segno del creato, alcuni oggetti a noi cari per la memoria, la Liturgia delle Ore, incenso.

Questo Tempo necessita anche della corona dell’Avvento di 4 candele: segno della nostra attesa del Messia.

Da cercare modi, tempi, familiari… per “sognare” insieme.

La riscoperta della Eucarestia FERIALE.

Consapevoli che la vita cristiana si svolge dal Lunedì al Venerdì, la liturgia festiva può essere vissuta solo se riscopriamo una preghiera feriale. In questi “lunghi tempi” di attesa e di variabili Domenicali, un invito a cercare tempo per 30 minuti di celebrazione feriale in un angolo nascosto di qualche Chiesa. E l’invito… ha però bisogno di scelte all’interno della giornata lavorativa, non scontate.

Sosta Parola Comunione vissute qualche giorno della settimana ci permettono di “allenarci” nella Fede e nella Speranza.

A tutti auguro un buon Tempo di Avvento
A tutti un abbraccio
… e a presto.

don Marco